Ven. Lug 19th, 2024

TIRRENO- Gli apparecchi rilevatori della velocità denominati T- Expeed V.2.O, collocati lungo la statale 18 in provincia di Cosenza, sono stati dissequestrati e torneranno a funzionare. A seguito dell’udienza del 8 settembre infatti, il tribunale del riesame di Cosenza, ha accolto le istanze degli avvocati Vincenzo Belvedere e dello studio legale Walter Perrotta e Raffaella Olivito, rappresentanti della società “LaB Consulenze”.
I tutor in questione erano stati sottoposti a sequestro dalla Polizia Stradale di Cosenza lo scorso fine luglio, e presto ritorneranno ad essere operativi.
I legali esprimono soddisfazione dichiarando : «Tre Giudici esperti ed attenti hanno spiegato a quei fagocitatori della prima ora che manca qualsivoglia fumus del delitto contestato, altro che pericolo di non far compiere ulteriori ipotesi di reato, quindi la necessità di sequestrare ciò che andava lasciato al posto nel quale era! Questi errori da solleone non sono tollerabili. Nelle sedi preposte a ciò chiederemo conto di chi questi errori ha volontariamente compiuti».
Anche l’amministrazione comunale fuscaldese, che ospita uno dei sopracitati tutors, si dichiara soddisfatta della sentenza aggiungendo: <<La priorità della nostra amministrazione comunale resta, ad ogni modo, la sicurezza delle persone. Sul tratto di strada su cui abbiamo inteso installare il tutor, si sono registrati gravissimi incidenti. La nostra comunità ha pianto la morte di concittadini e siamo stati in ansia per la vita di tante amiche e amici che, proprio lì, hanno rischiato tanto. Forse pure troppo.
Invitiamo i lettori a prestare attenzione tanto ai rilevatori di velocità quanto alla sicurezza stradale.

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *