Gio. Lug 25th, 2024

TIRRENO- Uno strano movimento a largo delle acque navigabili tra Amantea e Cetraro, ha attirato l’attenzione degli ambientalisti, e, in particolare di Ferdinando Laghi.

Il medico esperto in criticità ambientali, nonché capogruppo in Consiglio regionale di De Magistris Presidente afferma «L’anomalo peregrinare in su e giù delle ultime ore, della nave da carico ‘Aya M’, battente bandiera di Panama, davanti alla costa tirrenica fra i comuni di Amantea e Cetraro, non poteva passare inosservato>>

La grande imbarcazione commerciale, il cui tracciato ci indica essere in rotta da Vibo Valentia verso sud, ha fatto più volte su e giù al largo di Amantea.

«Appresa la notizia dell’Upedown (così definita tecnicamente la manovra di ‘sali e scendi’) che il porta container da 125 metri, partita da Genova lo scorso lunedì pomeriggio, e diretta a Misuraca in Libia, starebbe facendo da alcune ore» afferma Laghi in una nota.

«Abbiamo contezza –continua l’esperto- che questa nave già alcuni mesi fa si trovò a fare la stessa cosa e sempre sul nostro mare. Una situazione anomala che richiede la dovuta attenzione da parte delle autorità preposte e che ha già sollevato perplessità mista a preoccupazione nell’area dell’Alto Tirreno cosentino. Questo anche perché la storia ci ricorda di passati episodi e mi riferisco a quello della ‘Jolly Rosso’ e, in genere, alle cosiddette ‘carrette del mare’ affondate nei mari calabresi, che hanno creato, in quei casi, giustificati allarmi, per ambiente marino e salute delle popolazioni».

Da qui la conclusione di Laghi che informa «Ho contattato perciò la Capitaneria di Porto di Cetraro, circa quanto sta avvenendo nel mare prospicente il Comune, ottenendo l’assicurazione che il fatto è noto e che la nave di cui si parla viene opportunamente monitorata, per far fronte ad ogni possibile evenienza, garantendo così il nostro mare e il nostro territorio da ogni possibile problema».

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *