Ven. Lug 19th, 2024

Paola- Un 42nne fuscaldese, parente e dipendente del titolare di un’agenzia funebre, avrebbe aggredito e minacciato, il lavoratore di un’impresa funebre paolana mentre affiggeva manifesti. L’uomo, rinviato a giudizio dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Paola, è accusato di estorsione e lesioni personali.<<Comportati bene quando vieni a Fuscaldo>>, questo l’avvertimento lanciato al 29 paolano mentre riceveva <<forti schiaffi sul collo e una testata>> Secondo l’accusa, dunque, il dipendente fuscaldese poneva in essere <<atti idonei ,diretti in modo non equivoco, a costringere la parte offesa a non recarsi più nel territorio fuscaldese a svolgere la propria attività lavorativa>> La parte offesa ha contestato all’aggressore lesioni personali in quanto la vittima ha subito un trauma facciale con cervicalgia.

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *