Ven. Lug 12th, 2024

Fuscaldo- La procura della Repubblica di Paola ha chiesto riesumazione della salma di Gianni Mazzei, iscrivendo nove persone nel registro degli indagati per omicidio colposo. I familiari del defunto avevano tempestivamente sporto querela per accertare i fatti.

Per il decesso del noto maestro di musica, avvenuto lo scorso 13 agosto a causa di un arresto cardiaco, sono indagati a vario titolo tutti soggetti rientranti nell’ambito dell’emergenza-urgenza.

Quella fatidica sera, il 55 enne, ha accusato un malore e perso i sensi mentre preparava un servizio musicale. L’ambulanza è arrivata dopo 45 minuti e senza medico. L’uomo è morto dopo circa un ora e mezza dalla richiesta di aiuto fatta al 118.

Nello specifico, i soccorritori dipendenti dell’Azienda sanitaria di Cosenza, avrebbero agito con imperizia, negligenza e imprudenza.

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *