Ven. Lug 19th, 2024

È stato siglato da FS Sistemi Urbani, società capofila del Polo Urbano del Gruppo FS, e il Comune di Paola un Protocollo d’intesa propedeutico alla rigenerazione urbana delle aree ferroviarie presenti nel territorio comunale che, grazie alla collaborazione tra le parti, saranno restituite nel corso tempo alla comunità locale.

Sottoscritto da Umberto Lebruto (AD di FS Sistemi Urbani) e Giovanni Politano (Sindaco di Paola), l’accordo porterà alla definizione di strategie volte a potenziare il sistema di scambio intermodale e a trasformare l’urbanistica degli asset di proprietà delle società del Gruppo FS, nell’ambito della stazione ferroviaria di Paola.

L’intesa inoltre prevede ulteriori interventi programmati sul territorio comunale, in particolare, alla riconfigurazione e riqualificazione dell’intero ambito urbano per la realizzazione del Porto Turistico di Paola.

La sottoscrizione del Protocollo d’intesa tra la società di FS guidata da Umberto Lebruto e il Comune di Paola prevede anche la costituzione di un Tavolo Tecnico e Operativo, che avrà il compito di attuare gli obiettivi strategici del Protocollo attraverso l’acquisizione di ogni informazione utile allo sviluppo delle attività, condividendo studi e analisi tecniche ed economiche utili allo sviluppo dei progetti di rigenerazione. 

Un ulteriore passo in avanti di FS Sistemi Urbani che si conferma in prima linea verso la valorizzazione di aree non più funzionali all’esercizio ferroviario.

Un lavoro che porterà i cittadini a vivere queste aree beneficiando di nuovi servizi e luoghi di aggregazione, nel massimo rispetto della sostenibilità ambientale e senza consumare ulteriore suolo.

Una mission i cui pilastri fondamentali sono basati su attività sociali, sostenibili ed economici.

La stazione di Paola è servita da treni regionali svolti da Trenitalia nell’ambito del contratto di servizio stipulato con la Regione Calabria e da collegamenti a lunga percorrenza svolti da Trenitalia e NTV.

Fonte: FS news

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *