Ven. Lug 12th, 2024

Rende- Inizia oggi l’Oktoberfest calabrese e durerà fino al 31 ottobre.

Anche questa edizione dell’Oktobefest Calabria si svolgerà nella città di Rende e la location sarà sempre l’area mercatale, uno spazio ampio e capiente, facile da raggiungere per chi viene da fuori città è servizio di numerosi parcheggi.

La grande novità della famiglia Wisea Eventi, organizzatrice ufficiale dell’evento a Rende, per l’edizione 2023, è la mascotte Lupolo che terrà compagnia per i tavoli in festa.

Giunto alla sua quarta edizione, l’evento rappresenta l’esperienza immersiva per eccellenza della tradizione bavarese. Che si sia amanti della birra oppure no, l’OktoberFest, con la sua ambientazione, il carattere festoso, la musica, la cucina tipica e la gioiosa atmosfera che lo contraddistingue, rappresenta uno di quei momenti da vivere almeno una volta nella vita.

Il programma si articola in tantissimi appuntamenti che fanno parte della tradizione bavarese, con momenti clou e imperdibili celebrazioni, come ad esempio l’O’zapft is, le sfilate d’apertura, il concerto delle band e i family day.

Il tendone della birra è davvero enorme e al suo interno si sviluppa la vera magia dell’Oktoberfest. Si possono ospitare 5.000 persone. All’interno, attrezzato di ogni comfort, si beve la mitica birra Oktoberfest, creata appositamente dalla Paulaner, e si mangiano piatti succulenti come lo stinco di maiale e il pollo arrosto.

A rendere ancor più gioiosa e animata l’atmosfera ci sono le band dal vivo, soprattutto la Top Show Band Alpen Vagabunden: un gruppo di scatenati ottoni che fanno divertire i presenti con i loro tormentoni di musica folk bavarese….oltre alla musica rock e altri generi adatti alla tipicità della festa, in un’atmosfera unica di divertimento e festa collettiva.

Il calendario prevede numerosi eventi che rientrano nella tradizione bavarese, con momenti salienti e festeggiamenti imperdibili, tra cui l’O’zapft is, le parate inaugurali, il concerto delle band e le giornate dedicate alle famiglie.

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *