Ven. Lug 12th, 2024
la piazza di Acquappesa centro.

Acquappesa- una vicenda particolare che fa discutere quella avvenuta circa 3 mesi fa nel piccolo comune termale. La denuncia era arrivata da un cittadino disabile il quale avrebbe ricevuto epiteti offensivi da parte del comandante della polizia municipale. <<Un episodio increscioso, che, indipendentemente dai motivi da cui sarebbe scaturito, è grave dal punto di vista umano, e, ancor di più perché proferito da un pubblico ufficiale.>> spiegano le minoranze che, a tal proposito avevano presentato ufficialmente interrogazione consiliare. Si chiedeva, del documento, al primo cittadino, la verifica di tale episodio e le misure disciplinari che egli intendeva, eventualmente, prendere nei confronti del dipendente comunale in quanto<< ne va dell’immagine del paese>>. Nell’immediato, il sindaco aveva risposto << E’ buona prassi ascoltare sempre le famose “Due campane”. E’ una questione di correttezza oltre che di stile e di rispetto della verità dei fatti, che dev’essere sempre garantita. Se poi si vuole tentare di strumentalizzarlo, peggio ancora, di diffamare e buttarla sempre in caciara solo allo scopo politico, si sta sbagliando ancor di più>>. Sta di fatto che , dopo tre mesi, ancora non si conosce la versione della “seconda campana”, mentre la persona offesa, che continua ed essere “snobbata ” dal sindaco, si sfoga sui social <<Vorrei tranquillizzare che la cosa non finisce qui, caro sindaco sono quasi 3 mesi e non ho avuto ancora risposta malgrado sia venuto in comune e, negli orari in cui era aperto al pubblico, non si è fatto mai trovare, non sono il tipo da dimenticare l’aggettivo che mi è stato attribuito>>. Aspettiamo tutti che il Sindaco chiarisca questa incresciosa questione perché , considerando le numerose problematiche che quotidianamente un diversamente abile deve affrontare, le offese gratuite, da parte di chi dovrebbe far di tutto per tutelarlo, andrebbero risparmiate.

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *