Mer. Lug 24th, 2024

Cosenza- un episodio sconcertante quello andato in scena oggi in una scuola della provincia. Un bambino si è ritrovato da solo in aula, in quella che doveva essere la sua nuova classe e che invece lo ha rifiutato prima ancora di conoscerlo. La sua colpa? Essere affetto da iperattività: “il suo cervello corre velocissimo, le gambe di riflesso altrettanto. È un bambino bilingue: parla inglese come prima lingua, italiano come seconda. Svolge conti a mente con velocità impressionante. Ha l’orecchio assoluto, suona tutti gli strumenti senza conoscere la musica. Eppure nella sua precedente classe è stato bollato come il ritardato”. Queste le parole di sua madre e le motivazioni per le quali lei ha scelto di spostarlo in un altra classe, che invece di accoglierlo lo ha lasciato solo . Ma il bambino nn si è perso d’animo ed è rimasto seduto da solo nel suo banco con un disegno preparato per il suo nuovo compagno. Ad avvisare la madre il dirigente che avvierà subito un’inchiesta per capire se la componente docente abbia avuto parte in questo “ammutinamento “. Intanto la vicenda è stata sottoposta all’attenzione del garante per l’infanzia Antonio Marziale, mentre il piccolo ha raccontato alla sua mamma che oggi tutti i suoi compagni avevano la febbre. Nel 2023 notizie come queste ci fanno uscire sconfitti come genitori, educatori ed esseri umani.

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *