Sab. Lug 13th, 2024

Il bambino ritrovato ieri sera vicino ad un bidone dell’immondizia, ha superato tranquillamente la notte e sta bene. Era stato ritrovato ieri sera in un sacchetto di plastica a Villanova Canavese , nel Torninese, con il cordone ombelicale e la placenta ancora attaccati. Lo hanno chiamato Lorenzo, medici del 118 che gli hanno prestato i primi soccorsi. L’accaduto è sotto la lente di ingrandimento dei carabinieri della compagnia di Venaria Reale, coordinati dalla procura di Ivrea. Intanto il neonato, che non è in pericolo di vita, è stato affidato alle cure dello staff di Adalberto Brach del Premer, dell’ospedale di Ciriè. <<Fortunatamente dal suo abbandono al ritrovamento non è passato molto tempo, ma è arrivato in ospedale in ipotermia – informa il primario – quindi dal suo arrivo è tenuto in incubatrice per motivi di sicurezza, ma è in buone condizioni di salute>> . Il piccolo pesa più di tre chilogrammi e al momento non emergono particolari problematiche. Questo ennesimo abbandono di neonato ci ricorda che in tutti gli ospedali è possibile partorire in anonimato, come sancito dalla carta dei servizi dell’Asl To4, l’Azienda sanitaria locale dell’area. Il neonato è stato ritrovato da un ragazzo di 15 anni, che ha notato un sacchetto rosso dal quale proveniva un lamento che << sembrava quello di uh gatto>>. Il genitore del ragazzo è stato subito disponibile ad adottare il bimbo abbandonato.

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *