Ven. Lug 19th, 2024

Dopo l’episodio del 18 dicembre una nuova eruzione vulcanica si è verificata questa mattina dopo le 7:00 a sud-ovest della capitale islandese Rejkyavik. Il nuovo fenomeno eruttivo, questa volta si è verificato molto più a sud secondo quanto informa il quotidiano islandese MorgunblaÐiÐ. E’ stato dichiarato immediatamente lo stato di emergenza. La crepa aperta a Sundhnúk, a nord di Grindavík, si sta allungando. La situazione, secondo quanto dichiarato dal primo ministro islandese Katrín Jakobsdóttir è terrificante. L’eruzione è vicinissima a Grindavík da quanto ci informano i media islandesi. La località di Grindavík, abitata da pescatori , è stata evacuata nella notte subito dopo l’inizio dell’eruzione. <<Questo è lo scenario che temevamo di più, la lava in prossimità di un centro abitato. La lava scorre nel giardino>>ha riferito uno dei residenti che hanno dovuto abbandonare le case. Quella in corso è la quinta eruzione vulcanica in Islanda in due anni. L’Islanda ospita 33 sistemi vulcanici attivi, il numero più alto in Europa,e si trova a cavallo della dorsale medio-atlantica, una fessura nel fondo dell’oceano che separa le placche tettoniche eurasiatica e nordamericana.

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *