Gio. Lug 25th, 2024

Cosenza- Per lunghi anni ha svolto tranquillamente la sua professione di medico geriatra all’interno di quattro strutture socio-sanitarie private convenzionate con il sistema sanitario nazionale. Ma era incompatibile con il suo ruolo di dirigente medico presso l’Azienda San Italia provinciale di Cosenza. Il medico, attualmente in pensione, è indagato per truffa e falso ideologico. L’accusa è mossa da un’indagine avviata dalla Procura di Cosenza e condotta dal Guardia di Finanza. La stessa indagine ha portato al sequestro di liquidità ed immobili che ammontano ad un totale di oltre 100 mila euro. Le fiamme gialle, del Nucleo di polizia economico-finanziaria, hanno concentrato le proprie indagini sull’accertamento delle attività svolte dal medico presso le quattro strutture private accreditate. Il medico violava il vincolo di esclusività che lo legava all’Azienda pubblica di appartenenza e per la il quale percepiva in busta paga un’apposita indennità.


   

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *