Ven. Lug 19th, 2024

Il docufilm “Menorah Esodo 25” continua le sue riprese, che nei giorni scorsi ha toccato una nuova tappa: Il campo di concentramento Ferramenti di Tarsia, il più grande realizzato dal regima fascista in Italia. La struttura di Ferramenti era destinata alla reclusione di Ebrei provenienti da tutta Europa, e infatti era occupato da 2200 persone. Il lavoro è scritto e diretto da Gianfranco Confessore e prodotto da “Visualia- Produzioni Cinematografiche”. I lavori di ripresa sono stati intensi, e sia attori che produttori erano totalmente immersi nei racconti e nelle storie del campo di concentramento, in un clima straordinariamente reale. Gli attori impegnati sul set di Ferramenti sono stati Cristina Raffaele, Andrea Marozzo e Donato Buccieri. I costumi sono stati realizzati da Valentino De Rose, de auto (d’epoca) fornite da Viktor autonoleggio, i gioielli disegnati e realizzati appositamente da Gerardo Sacco, il trucco a cura della Moema Academy. Le prossime riprese toccheranno le città di Reggio Calabria e Bova mentre il gran finale è previsto nella città di Cosenza. Menorah Esodo 25 è un progetto cinematografico con al centro una storia importante, ancora da scoprire, che ruota attorno alla Sacra Lampada e ripercorre una storia di circa tremila anni. C’è dentro tanta Calabria, poiché la ricostruzione storica presuppone che l’oggetto sacro sia custodito nel leggendario tesoro di Alarico, seppellito nella città di Cosenza.

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *