Mer. Lug 24th, 2024

Un neonato di circa un mese è stato ritrovato nell’androne di un palazzo nella periferia ovest di Milano. Il bimbo era avvolto in una coperta e sistemato sul tappeto davanti la porta di una famiglia di egiziani con quattro figli. <<La madre è morta di parto io non posso occuparmene- il biglietto scritto in arabo e lasciato probabilmente dal padre- prendetevi cura di lui finché non rimetto ordine nella mia vita>>. Al momento del ritrovo il bambino non piangeva e non presentava particolari problematiche, ma è stato comunque portato in ospedale con un codice giallo. Dai controlli effettuati, non risultano donne morte di parto in ospedale, quindi si indaga in un contesto di totale degrado nel quale probabilmente la madre ha messo al mondo questo bimbo tra le mura di casa. Poco dopo sarebbero scesi alcuni abitanti dello stabile Aler, dove le occupazioni abusive sono un problema, urlando che volevano dire la verità e hanno additato una giovane inquilina come la madre. Dai primi accertamenti dei carabinieri, però, la donna non sarebbe la mamma del piccolo abbandonato. Dopo il trasporto in ospedale, e la segnalazione al P.M. di turno, che è subentrato come tutore legale, i medici stanno provvedendo ad effettuare gli accertamenti sulla salute del bambino.

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *