Gio. Lug 25th, 2024

Fiumefreddo- Si è concluso oggi, nella scuola di Fiumefreddo Brutio, il ciclo di due incontri iniziato in quella di Longobardi centro, che ha dato l’opportunità agli studenti di dialogare con il comandante dell’Arma dei Carabinieri di Paola Marco Pedullà. Una preziosa occasione che ha permesso agli alunni di avere un contatto diretto, rispetto a tematiche importanti tanto sul livello scolastico quanto di vita, con le forze dell’ordine. L’insegnamento della legalità costituisce, difatti, una delle frontiere educative più importanti e ha l’obiettivo principale di creare un circolo virtuoso fra i giovani cittadini e le istituzioni per incentivare l’assunzione di responsabilità del singolo verso la collettività. Il dibattito ha riscontrato un profondo interesse nei ragazzi che hanno ascoltato con attenzione le informazioni date dal Comandante, ponendo delle domande e ricevendo preziosi consigli. Si è partiti dalle regole, per arrivare alle leggi, passando per quella sottile linea che stabilisce il bene dal male, ricordando ai ragazzi che chi cresce ha diritto all’errore, ma anche alla correzione. molto spesso una parola, un gesto o più precisamente un click può causare danni irreparabili, per tale motivo è importante ponderare bene tutto pensando alle conseguenze delle azioni perpetrate. Promuovere la cultura della legalità nella scuola significa educare gli alunni al rispetto della dignità della persona umana, attraverso la consapevolezza dei diritti e dei doveri, con l’acquisizione delle conoscenze e l’interiorizzazione dei valori che stanno alla base della convivenza civile.

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *