Mer. Lug 24th, 2024

Acquappesa- Tutto pronto per la riapertura delle famose Terme Luigiane, fiore all’occhiello della rete termale calabrese, per le eccezionali qualità delle sue acque. Quest’anno sia Terme Luigiane che Terme Sibarite apriranno le loro porte con un netto anticipo rispetto alle ultime tempistiche. Il 6 maggio si avvierà la stagione termale per dare la possibilità ai tantissimi utenti, provenienti da tutta Italia e dall’estero, di poter usufruire del potere curativo delle acque calabresi. In particolare le Terme Luigiane sono classificate come: ipertermali, sulfuree forti (H2S> 100) coefficiente solfidrometrico più alto dell’intera penisola italiana. Le principali patologie curate tramite queste acque terapeutiche sono: malattie della pelle, ginecologiche, dell’apparato otorinolaringoiatrico, dell’apparato respiratorio e di artrosi e reumatismi. Le Terme Luigiane fanno uso di tre fonti di acque termale calda, che sgorga alla temperatura costante di 43-48 gradi e si dividono in:  le sorgenti Caronte, Minosse e Galleria Calda, che fuoriescono in superficie alla base della formazione rocciosa detta Rupe del Diavolo. Presente anche una sorgente di acqua che sgorga a 22 gradi e pertanto denominata Galleria Fredda. Le Terme Luigiane sono classificate al livello qualitativo 1° Super, importante riconoscimento relativo agli impianti, alle acque ed alla bontà delle cure effettuate. Particolarmente apprezzato anche il fango termale, che viene ricavato grazie all’azione delle peculiari “ Alghe Bianche”, microrganismi presenti in sospensione nell’acqua sulfurea di Acquappesa.

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *