Ven. Lug 19th, 2024

Catanzaro- Nella costante lotta contro la violenza di genere, un nuovo e importante passo è stato compiuto a Catanzaro. Con la firma del “Protocollo d’intesa interistituzionale per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno della violenza di genere e la protezione ed emancipazione delle donne attraverso l’autonomia abitativa“, si è aperta una porta verso una maggiore sicurezza e autonomia per le donne vittime di violenza e per i loro figli.

L’accordo, siglato tra la Presidenza del Consiglio regionale, l’Aterp (Azienda per l’Edilizia Residenziale Pubblica della Regione), e l’Osservatorio sulla violenza di genere, rappresenta un’impegno concreto verso la protezione delle donne vulnerabili. Il protocollo prevede la concessione di alloggi pubblici, distribuiti su tutto il territorio regionale, riservati alle donne e ai loro figli per una durata di un anno, con il pagamento delle utenze.

Il presidente dell’assemblea regionale, Filippo Mancuso, ha sottolineato l’importanza di offrire soluzioni alloggiative immediate alle donne vittime di violenza, consentendo loro di allontanarsi dagli abusi e di ricostruire una vita lontana dalla violenza. Questo accordo non solo fornisce un tetto sopra la testa, ma rappresenta anche un passo verso il recupero della dignità e dell’autonomia per queste donne.

Il coinvolgimento dei Comuni e del Consiglio regionale è fondamentale per garantire il successo di questa iniziativa. I Comuni adotteranno i necessari provvedimenti previsti dalla legge regionale, mentre il Consiglio regionale si impegnerà a individuare le risorse necessarie per sostenere il programma.

Filippo Mancuso ha ribadito l’impegno della regione nel contrastare la discriminazione di genere e nel promuovere l’occupazione femminile. Questo protocollo, firmato in occasione della Giornata Internazionale della Donna dell’8 marzo, è un chiaro segnale dell’azione concreta che la regione intende intraprendere per sostenere le donne vittime di violenza.

Maria Carmela Iannini, commissaria straordinaria dell’Aterp, ha sottolineato l’importanza del monitoraggio costante del protocollo da parte di una “cabina di regia”, al fine di assicurare che produca gli effetti desiderati e che le donne e i loro figli ricevano il supporto necessario per uscire dalla situazione di violenza.

In un momento in cui la prevenzione e la protezione delle vittime di violenza di genere sono più cruciali che mai, l’iniziativa della regione Catanzaro offre un esempio di come le istituzioni possono lavorare insieme per creare un ambiente più sicuro e inclusivo per tutti. La firma di questo protocollo non solo rappresenta un passo avanti nella lotta contro la violenza di genere, ma anche un segno tangibile di solidarietà e sostegno alle donne e ai loro figli che si trovano in situazioni di vulnerabilità.

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *