Sab. Lug 20th, 2024

Catanzaro-È stato un momento di grande significato e speranza quello vissuto durante la cerimonia di assegnazione della prima borsa di studio istituita in memoria di Jole Santelli, la prima donna presidente della Regione Calabria, scomparsa nel ottobre 2020 a causa di un cancro. L’iniziativa, promossa dall’Associazione Jole Santelli in collaborazione con la Fondazione Airc, ha visto come vincitrice Giulia Veltri, una giovane ricercatrice originaria di Cosenza.

La cerimonia è stata caratterizzata da momenti toccanti e riflessivi, con la partecipazione del presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, il quale ha ricordato con commozione l’impegno politico condiviso con Jole Santelli e ha sottolineato l’importanza di iniziative come questa nel mantenere vivo il ricordo e l’eredità della figura della Santelli. “Portare avanti la memoria di Jole è importante”, ha dichiarato Occhiuto, evidenziando il valore delle azioni compiute dalla presidente defunta e il ruolo fondamentale svolto dalle sue sorelle e dall’associazione che porta il suo nome nell’istituire questa borsa di studio.

Il presidente Occhiuto ha inoltre espresso il desiderio di vedere ritornare in Calabria eccellenze come Giulia Veltri, sottolineando però la necessità di creare centri specializzati e opportunità di lavoro adeguati per coloro che desiderano tornare nella propria terra natia. Ha anche evidenziato le sfide che il sistema sanitario italiano, inclusa la Calabria, sta affrontando e l’impegno per migliorarlo, citando l’accordo con l’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù come un passo significativo in questa direzione.

Il progetto di ricerca condotto da Giulia Veltri presso la Fondazione Istituto di ricerca pediatrica Città della Speranza a Padova è focalizzato sullo studio di un nuovo approccio per i piccoli pazienti affetti da leucemia linfoblastica acuta a cellule T (Lal-T) che non rispondono alle terapie convenzionali o che hanno una ricaduta dopo il trattamento. La ricercatrice ha espresso la sua gratitudine per l’opportunità offertale dalla borsa di studio, sottolineando l‘importanza di questa iniziativa nel permetterle di proseguire e ampliare le sue ricerche nel campo dell’oncologia, oltre a creare nuove collaborazioni scientifiche.

All’incontro hanno preso parte anche la presidente del comitato Calabria Airc, Rosella Pellegrini Serra, e il medico ricercatore Airc Pierfrancesco Tassone, evidenziando l’importanza del sostegno alla ricerca scientifica per combattere le malattie oncologiche e migliorare le prospettive di cura per i pazienti. La borsa di studio in memoria di Jole Santelli rappresenta quindi un importante passo avanti nella promozione della ricerca e dell’innovazione nel campo dell’oncologia, oltre a essere un tributo significativo alla figura di una donna che ha lasciato un’impronta indelebile nella storia della Calabria.

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *