Gio. Lug 25th, 2024

Amantea- Ieri, un capitolo epico si è chiuso per i giovani dell’Under 17, con una partita che rimarrà incisa nella storia. <<Come allenatore di questa squadra straordinaria, sento il dovere di ringraziare ciascuno di loro individualmente. Abbiamo affrontato molte sfide, soprattutto durante il periodo più difficile in cui la mancanza di un campo da calcio ci ha costretto a giocare fuori casa per più di metà stagione. Ma non hanno mai smesso di lottare e, con la partita di ieri, siamo riusciti a mantenere la nostra categoria nel campionato regionale, un risultato che riflette il prestigio della nostra società, l’Amantea Calcio.>> Spiega pasquale Bonavita.

Un sentito ringraziamento dell’allenatore va alla dirigenza: al presidente Gianfranco Nesi e a Maurizio Motolese, al dirigente dottor Berardone, a Luca Mannarino, sempre gentile e disponibile, al nostro fantastico allenatore Vittorio Suriano, sempre pronto a sostenere la squadra, a Rocco Scudiero della Cantina Amarcord e a Gaetano Giglio, sostenitori silenziosi ma sempre presenti. <<Non possiamo dimenticare di ringraziare i genitori, che spesso hanno sacrificato il lavoro per accompagnare i ragazzi nelle trasferte lontane, in particolare il Professore Giovanni Costantino, Vittorio Burdo della Nuova Ottica, Salvatore Esposito e Gennaro De Stefano.>>

Si chiude un ciclo con i ragazzi del 2007 <<due anni che hanno riempito il mio cuore di esperienze e mi hanno fatto crescere. Ragazzi come Pierino Pasquinò, Edoardo Aiello e Antonio De Stefano, ora nel giro della prima squadra, spero di vederli indossare i colori della nostra città ogni domenica. Grazie di cuore a questi ragazzi straordinari e alla società Amantea Calcio che ha reso tutto questo possibile.>> I ringraziamenti del mister si chiudono con uno splendido auspicio <<Lo sport è vita. Con amore per “i miei ragazzi”, auguro loro una vita serena, basata su sani principi e alti valori morali, che spero di aver trasmesso loro nel mio piccolo contributo.>>

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *