Sab. Lug 20th, 2024

Guardia Piemontese- Continua la preoccupante tendenza all’autoritarismo e alla negligenza della maggioranza Rocchetti nel Comune di Guardia Piemontese, a discapito dei pareri professionali e della trasparenza contabile. <<È con sgomento che registriamo la recente approvazione autonoma dei bilanci comunali, nonostante i segnali chiari e inequivocabili di criticità evidenziati dal revisore dei conti.>> dichiara il gruppo di minoranza “La città del sole”

Nel recente episodio che ha riguardato l’approvazione del Rendiconto 2023, nonostante un parere negativo esplicito del revisore, la maggioranza ha proceduto con un atto <<discutibile e senza precedenti.>> La pratica di bypassare i pareri dei revisori e di gestire il Comune in totale autonomia mina la fiducia nella governance locale e lascia spazio a interpretazioni pericolose.

La proposta di Giunta N. 20 del 29.04.2024, relativa al riaccertamento ordinario dei residui al 31.12.2023, ha sollevato ulteriori dubbi sulla trasparenza e l’integrità del processo decisionale. Nonostante le raccomandazioni chiare del revisore, la delibera è stata approvata senza riserve, segnalando un atteggiamento di <<disprezzo verso i principi contabili e il buon governo.>>

<<La mancanza di rispetto verso i pareri tecnici e la fretta nel processo decisionale- continuano i consiglieri di minoranza- sono ulteriormente evidenziate dalla procedura accelerata adottata per l’approvazione del rendiconto, oltre il termine del 30 aprile 2024, con la scusa delle festività e delle presunte esigenze contingenti.>>

<<È inaccettabile che l’Ente continui a operare in una condizione finanziaria precaria, con debiti fuori bilancio che minano l’equilibrio strutturale e la sostenibilità a lungo termine. Il mancato rispetto delle raccomandazioni del revisore e la disattenzione verso le evidenti criticità contabili sono un affronto alla comunità di Guardia Piemontese e una violazione dei principi di buon governo.>>

I consiglieri Antonella D’Angelis, Muglia Andrea e Pietramala Francesco, condannano fermamente queste << pratiche irresponsabili e arroganti. Ribadiamo il nostro impegno a informare la cittadinanza e a denunciare tali comportamenti nelle sedi competenti. È giunto il momento di porre fine a questa deriva e di ripristinare la fiducia e la trasparenza nell’amministrazione locale.>>

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *