Mer. Lug 24th, 2024

Francesco Tripicchio è stato riconfermato sindaco di Acquappesa con il 42,54% dei voti, alla guida della lista “Acquappesa Insieme”. La sua vittoria, in un quadro segnato da degrado e dissesto finanziario, è stata resa ancor più sorprendente dalla presenza della lista “Siamo Acquappesa” di Fernando Mancino, che ha ottenuto il 28,69% dei consensi. Questa terza forza ha cambiato gli equilibri politici, facilitando indirettamente il successo del sindaco uscente.

Le elezioni ad Acquappesa sono state caratterizzate da una competizione elettorale serrata e inaspettatamente complicata dall’ingresso di una terza lista che ha spezzato il voto, modificando significativamente il panorama politico. Oltre a Tripicchio e Mancino, il terzo concorrente, Mauro Avolio, con la lista “Liberamente Acquappesa”, ha raccolto il 28,78% dei voti, posizionandosi secondo per un esiguo margine.

  • Francesco Tripicchio (lista “Acquappesa Insieme”): 42,54%.
  • Mauro Avolio (lista “Liberamente Acquappesa”): 28,78%.
  • Fernando Mancino (lista “Siamo Acquappesa”): 28,69%.

La lista di Tripicchio, che ha che ha saputo conquistare la fiducia di una parte significativa dell’elettorato, è formata da:

  • Carrozzino Marilisa
  • De Caro Massimiliano detto Max
  • Gramigna Elisabeth detta Elisa
  • Iacovo Valerio
  • Larotonda Danilo Oreste
  • Occhiuzzi Laura
  • Ricco Francesco
  • Sirianni Angelino detto Angelo
  • Spanò Giuseppe detto Pino
  • Tripicchio Adele

Durante il mandato precedente di Tripicchio, Acquappesa ha attraversato un periodo di significative difficoltà finanziarie e infrastrutturali. Il comune ha dovuto affrontare tagli ai servizi pubblici e un evidente degrado urbanistico crescente, che ha alimentato le critiche verso l’amministrazione uscente. Questi fattori avrebbero dovuto portare a un forte desiderio di cambiamento da parte della popolazione, che ha invece voluto confermare e premiare l’operato amministrativo.

L’introduzione della lista “Siamo Acquappesa” di Fernando Mancino ha avuto un ruolo cruciale nel risultato elettorale. Mancino ha ottenuto un sostegno significativo, sottraendo voti sia a Tripicchio che a Avolio. La frammentazione del voto ha finito per avvantaggiare il sindaco uscente, che ha così potuto ottenere la maggioranza garantendogli la riconferma.

La presenza di una terza forza competitiva ha impedito che si creasse un fronte unito contro l’amministrazione uscente, permettendo a Tripicchio di consolidare la propria posizione grazie a una base di elettori fedeli. L’effetto divisione ha quindi alterato gli equilibri tradizionali, rendendo più difficile per i concorrenti raccogliere un consenso sufficiente per scalzare Tripicchio dal potere.

Questa vittoria dimostra come, in politica, la percezione del cambiamento e la frammentazione del voto possano avere un impatto determinante sull’esito finale.

Con la conferma del suo mandato, Tripicchio si trova ora di fronte alla sfida di risanare le finanze del comune e di ripristinare i servizi essenziali per la comunità. Bisognerà ora tradurre questa vittoria in un’azione concreta che possa effettivamente migliorare le condizioni del comune e rispondere alle aspettative dei cittadini che, nonostante tutto, hanno scelto di dare nuovamente la propria fiducia per un altro mandato.



Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *