Ven. Lug 19th, 2024

Latina – Non è sopravvissuto alle gravissime ferite riportate durante l’incidente sul lavoro. La tragedia è avvenuta lunedì scorso a Borgo Santa Maria, nella periferia di Latina. Il bracciante agricolo di nazionalità indiana, 31 anni, era rimasto vittima di un macchinario avvolgiplastica a rullo trainato da un trattore che gli aveva tranciato il braccio destro e schiacciato le gambe.

Dopo l’incidente, invece di essere soccorso, l’uomo era stato caricato su un furgone e abbandonato davanti alla sua abitazione, con il braccio tranciato poggiato su una cassetta di ortaggi. Solo dopo l’intervento della moglie e di alcuni passanti, il bracciante era stato trasportato in eliambulanza all’ospedale San Camillo di Roma, dove era stato ricoverato in prognosi riservata.

Purtroppo, le sue condizioni non sono mai migliorate e questa mattina il 31enne è morto in ospedale.

Sull’episodio è stata aperta un’inchiesta dalla Procura di Latina, che indaga per lesioni gravissime e omissione di soccorso. I Carabinieri stanno cercando di ricostruire i fatti e di accertare le eventuali responsabilità dei datori di lavoro del bracciante.

La morte del giovane bracciante ha suscitato profonda commozione e rabbia nella comunità locale. Numerosi i messaggi di cordoglio alla famiglia e le richieste di giustizia per il 31enne.

Il sindacato Flai Cgil ha puntato il dito contro le condizioni di lavoro precarie e lo sfruttamento dei braccianti agricoli, denunciando l’ennesimo caso di caporalato che ha portato alla morte di un lavoratore.

L’incidente riapre il drammatico tema della sicurezza sul lavoro nelle campagne italiane, dove ogni anno si verificano centinaia di incidenti, spesso mortali.

Le autorità competenti dovranno fare chiarezza su quanto accaduto e assicurare che i responsabili vengano puniti. È necessario inoltre un impegno concreto per migliorare le condizioni di lavoro dei braccianti agricoli e contrastare il fenomeno del caporalato.

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *