Ven. Lug 12th, 2024

Acquappesa- Un forte segnale di protesta ha scosso il panorama politico di Acquappesa durante la prima seduta del nuovo Consiglio Comunale, ovvero quella del 28 giugno. I consiglieri di minoranza hanno presentato le loro dimissioni, gesto che evidenzia una profonda frattura nel tessuto politico e sociale della cittadina calabrese.

Questo atto clamoroso ha dominato l’apertura dei lavori consiliari, oscurando persino il momento solenne del giuramento del sindaco rieletto Francesco Tripicchio. Le dimissioni in blocco dell’opposizione rappresentano un segnale inequivocabile di dissenso verso l’attuale amministrazione e sollevano interrogativi sulla governance futura del comune.

Nonostante il clima teso, la maggioranza “Acquappesa Insieme” ha proceduto con l’elezione di Marilisa Carrozzino come Presidente del Consiglio, una riconferma che il gruppo interpreta come dimostrazione di coesione interna.

Il sindaco Tripicchio, apparentemente incurante della protesta dell’opposizione, ha annunciato la formazione della nuova Giunta e l’assegnazione di deleghe a tutti i consiglieri di maggioranza. Ha inoltre comunicato la creazione di uno staff di supporto all’attività amministrativa, che includerà i non eletti della coalizione vincente.

Questa mossa, che accentra ulteriormente il potere nelle mani della maggioranza, potrebbe essere stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso per l’opposizione. Le dimissioni sembrano infatti una risposta drastica a quello che viene percepito come un tentativo di marginalizzazione delle voci dissenzienti.

La situazione ad Acquappesa appare ora critica, con un consiglio comunale privo di opposizione e un dibattito democratico potenzialmente compromesso. Resta da vedere come l’amministrazione Tripicchio affronterà questa crisi e se ci saranno tentativi di ricucire lo strappo con la minoranza dimissionaria.

L’evolversi di questa situazione sarà cruciale per il futuro politico e sociale di Acquappesa, in un momento in cui la partecipazione e il confronto democratico appaiono più che mai necessari per affrontare le sfide che attendono la comunità.

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *