Sab. Lug 13th, 2024

Il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, ha sollevato una questione preoccupante riguardante il sistema sanitario regionale. In un video pubblicato sul suo profilo Facebook, Occhiuto ha rivelato che in Calabria ci sono più di mille infermieri dichiarati inidonei a svolgere il loro lavoro, ma che continuano a percepire regolarmente lo stipendio svolgendo altre mansioni.

Questa situazione è emersa durante la pianificazione delle assunzioni per le Aziende sanitarie e ospedaliere. Occhiuto ha scoperto che la Regione poteva assumere solo sette nuovi infermieri, a causa del gran numero di personale già in organico ma non operativo nelle proprie mansioni.

Il Governatore ha sottolineato che, mentre le inidoneità dovute a patologie reali sono comprensibili, la percentuale di infermieri inabili in alcune aziende calabresi è 4-5 volte superiore alla media nazionale. Questa anomalia sta creando gravi disservizi negli ospedali, dove i pazienti non trovano il personale infermieristico necessario.

Occhiuto ha anche evidenziato l’ingiustizia verso gli infermieri diligenti, costretti a sopportare un carico di lavoro maggiore per compensare l’assenza dei colleghi dichiarati inidonei.

Di fronte a questa situazione, il presidente della Regione ha informato le autorità competenti, inclusa quella giudiziaria, richiedendo un’indagine approfondita per fare chiarezza sulla questione.

Questa rivelazione solleva importanti interrogativi sulla gestione del personale sanitario in Calabria e sulla necessità di una revisione dei processi di valutazione dell’idoneità lavorativa nel settore sanitario regionale.

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *